Il Quattrocento (parte 1)

Il Quattrocento è il secolo in cui germogliano le nuove concezioni che si concretizzarono in quel periodo oggi conosciuto come Rinascimento: periodo che esalta la nobiltà dell’uomo, la libertà e la grandezza dello spirito, che vuole che ognuno possa esprimersi liberamente e trionfare sul fato grazie alle proprie capacità e alla propria intelligenza.
E proprio perché sintesi di intelligenza, creatività e astrazione gli scacchi ebbero un momento d’oro.
Ma forse anche perché erano una delle rare occasioni in cui un cavaliere e una dama potevano appartarsi senza problemi …

Sin dai primi anni del secolo, gli scacchi furono posti allo stesso piano degli studia humanitatis e delle scienze e furono quindi tenuti nel massimo conto dai potenti dell’epoca: ogni nobile, ogni signore, volle alla sua corte i giocatori di scacchi, facendo a gara per accaparrarsi i migliori. Nacquero in quegli anni i primi professionisti.
Lo scacchista si trovò a dare lustro e splendore intellettuale alla corte, rendendo piacevole la vita secondo il gusto raffinato dell’epoca. Leggi tutto “Il Quattrocento (parte 1)”