Scacchi e cinema (4° parte)

I film dedicati agli scacchi sono non meno di un centinaio, ma pochissimi hanno avuto l’onore della versione italiana (per esempio “Mosse pericolose”, girato in Unione Sovietica) e ancor meno hanno avuto la possibilità di una distribuzione al di fuori dei cinema d’essai. Tra le pellicole di maggior successo in assoluto vanno ricordate “White snows of Russia”, biografia di Alekhine scritta da Kotov, girato in Russia. Poi “8×8”, film surrealista del 1956 di Hans Richter. Quindi “Black and White as Day is Knight”, studio sulla paranoia negli scacchisti, con scene tratte dai mondiali giocati tra il 1972 e 1978. Ed infine “Die Scachnovelle”, girato in Germania nel 1960 e tratto dal libro di Stefan Zweig “La novella degli scacchi”; il film è stato anche tradotto in inglese con il titolo “The Royal Game”. Ancor più numerose sono le pellicole nelle quali, a torto o a ragione, sono state inserite scene scacchistiche; da ricordare “Mezzogiorno e mezzo di fuoco” di Mel Brooks, “Blade Runner” di Ridley Scott. Leggi tutto “Scacchi e cinema (4° parte)”

Centenario Rivoluzione Russa…e scacchi

Ricorre quest’anno il centenario della Rivoluzione Russa.Forse non tutti sanno che un dei piani quinquennali concerneva proprio gli scacchi

In Russia gli scacchi ebbero la loro maggiore diffusione dopo la rivoluzione d’ottobre del 1917, grazie ad un piano quinquennale proprio relativo al gioco,”sia per avvicinare le masse agli scacchi elevandone il livello culturale, sia per portare il livello dei maestri russi agli standard occidentali”. Leggi tutto “Centenario Rivoluzione Russa…e scacchi”

Intervista a Karjakin

Sergey Karjakin ha stupito il mondo degli scacchi quando è diventato Grande Maestro (il top a livello mondiale nel gioco) a soli 12 anni e 7 mesi, allora il più giovane in assoluto: era il 2002.
Di origine ucraina, ha poi scelto di diventare a tutti gli effetti russo, affermando che solo così avrebbe potuto scalare le vette verso il mondiale. E nel novembre 2016 è finalmente giunto alla sfida per il titolo iridato contro il detentore Magnus Carlsen, norvegese, suo coetaneo. Leggi tutto “Intervista a Karjakin”

Alice attraverso lo specchio

Lewis Carroll, “Attraverso lo specchio”

Dopo “Alice nel Paese delle Meraviglie”, Lewis Carroll scrisse “Attraverso lo specchio”, nuove avventure di Alice inserite questa volta in un problema di scacchi: Alice è un Pedone bianco che dalla casa di partenza raggiunge l’ottava traversa, diventa Regina e vince la partita dando scacco matto al Re rosso. L’uso del Bianco e del Rosso era tipico dell’epoca quando si usavano pezzi in avorio.
Scacchisticamente il tema è noto come Excelsior. Leggi tutto “Alice attraverso lo specchio”

Meglio “matto” che bullo – Gli scacchi strumento innovativo della didattica

Martedì 7 marzo
Giocheria – via Tonale 40 – dalle ore 17
Sesto San Giovanni

Incontro rivolto a insegnanti e genitori –
Presenzia il Garante per l’infanzia e l’adolescenza della Regione Lombardia

Il gioco degli scacchi  aiuta a sviluppare le capacità logiche, a limitare le possibilità dell’errore che spesso deriva dall’interferenza di pensieri e di emozioni. Attraverso l’attività ludica si migliorano le relazioni sociali, si allenano le capacità logiche, si superano atteggiamenti di insicurezza caratteriale.  Leggi tutto “Meglio “matto” che bullo – Gli scacchi strumento innovativo della didattica”