VIP scacchisti – 80 anni fa la scomparsa di Majorana

Ettore Majorana giocava a scacchi. In una lettera alla madre (28 febbraio 1933) scrive infatti di essere diventato “abbastanza amico” di Werner Heisenberg “a seguito di molte discussioni scientifiche e ad alcune partite a scacchi”.
Anche i fratelli di Ettore, Salvatore e Luciano, e il padre Fabio Massimo sapevano giocare, come è stato confermato dalla sorella di Ettore sig.a Maria. Leggi tutto “VIP scacchisti – 80 anni fa la scomparsa di Majorana”

Un Papa scacchista: Leone X

Giovanni de’ Medici fu un importante mecenate per i giocatori di scacchi dell’epoca e continuò ad esserlo anche dopo l’ascesa al soglio pontificio.

Negli otto anni del suo pontificato, infatti, Leone X protesse il gioco e ne favorì la diffusione, anche e forse soprattutto nell’ambito delle strutture ecclesiali, così come protesse letterati e poeti. Leggi tutto “Un Papa scacchista: Leone X”

17 agosto nascita di Botvinnik

Michail  Botvinnik
(Kuokkala, oggi Repino, 17.8.1911 – Mosca 5.5.1995 – Russia)

Campione del Mondo dal 1948 al 1957, dal 1958 al 1960 e dal 1961 al 1963.

Non è mai stato un professionista, ma ha sempre lavorato come ingegnere elettrotecnico, occupandosi di ricerca scientifica avanzata, con una normale vita privata e un matrimonio felice, da cui è nato un figlio.

Scrisse un importante libro sulle macchine sincroniche (1949) e collaborò ai primi lanci spaziali dei Sovietici. Si occupò di informatica scacchistica, scrivendo il basilare testo “L’algoritmo degli scacchi” (1968). Leggi tutto “17 agosto nascita di Botvinnik”

Domenico Lorenzo Ponziani

Domenico Lorenzo Ponziani (Modena, 9 novembre 1719 – 15 luglio 1796) è stato un professore di diritto,sacerdote, compositore e teorico di scacchi.

250 anni fa, nel 1767, completò il suo trattato sul gioco, Il giuoco incomparabile degli scacchi sviluppato con nuovo metodo, che poi per le insistenze di Ercole Del Rio consentì a dare alle stampe;  il libro fu pubblicato nel1769 ma come Del Rio anche lui preferì celarsi sotto  pseudonimo scegliendo  “Autore Modenese” la cui somiglianza con lo pseudonimo di Del Rio (l’Anonimo Modenese) fu poi causa di non pochi equivoci nella attribuzione. Leggi tutto “Domenico Lorenzo Ponziani”

Isidoro Gunsberg

Isidoro Gunsberg
Isidoro Gunsberg

Isidoro Gunsberg nacque a Budapest il 2 novembre 1854; era dunque di origine ungherese, poi da ragazzo abitò per alcuni anni a Parigi e infine si trasferì a Londra e divenne cittadino inglese.

La sua prima apparizione in campo scacchistico risale al 1867, durante l’Esposizione di Parigi. Si presentò al Café de La Regence accompagnato dal padre e si misurò con Rosenthal, che nei primi incontri gli concesse il vantaggio della Donna; ben presto, però, il ragazzo si perfezionò, acquistando in reputazione. Leggi tutto “Isidoro Gunsberg”

Tommaso Cambray-Digny

Tommaso Cambray-Digny
Tommaso Cambray-Digny

Il conte Tommaso Cambray-Digny, nacque a Firenze nel 1845; fu deputato al Parlamento Italiano per sei legislature di seguito; buon giocatore, giornalista e scrittore, da giovane compose anche alcuni lavori teatrali di relativo successo; dal 1884 fu socio della Accademia dei Georgiofili; morì a San Pietro a Sieve nel 1901.

Intorno al 1880, quando era presidente del Circolo Scacchistico Fiorentino, compose un sonetto che in forma concisa e brillante descrive una partita giocata, probabilmente nel 1750, da Legall de Kermour con il cavaliere di Saint Brie, partita che probabilmente non sarebbe diventata famosa se non fosse stata immortalata da Cambray-Digny. Leggi tutto “Tommaso Cambray-Digny”

Legall de Kermur

Legall de Kermur
Legall de Kermur

Legall, o meglio Legall de Kermur, è considerato il maestro di Philidor, il grande campione francese che dominò la scena scacchistica nel Settecento.

Fu descritto come un gentiluomo magro, pallido, di vecchio stampo, che al Cafè de La Regence di Parigi, il luogo di ritrovo degli appassionati, occupava sempre la medesima sedia, che per anni ha indossato il medesimo cappotto verde e che durante la partita era solito sottolinearne l’evolversi con commenti da tutti apprezzati per la loro arguzia. Leggi tutto “Legall de Kermur”

Enrique Irazoqui

Il nome di Enrique Irazoqui è sicuramente noto agli appassionati di cinema: nel 1966 fu scelto da Pasolini per interpretare la figura di Gesù Cristo nel film “Il Vangelo secondo Matteo”.
Nel giugno del 2011, 45 anni dopo le riprese, ha ricevuto la cittadinanza onoraria dalla città di Matera (dove il film fu girato).
Nato a Barcellona, 5 luglio 1944, vive a Cadaques dove ha organizzato vari tornei di scacchi – una volta vi prese parte anche Kramnik. Cadaqués, piccola città litoranea, si trova nel nord-est della Spagna. Molti artisti famosi sono vissuti qui, per esempio Picasso, Miró, Duchamp, John Cage e Salvador Dalí. Praticarono tutte le forme di arte e ne inventarono di nuove. E durante tali loro soggiorni, nei caffè vicini al mare, giocavano a scacchi con Irazoqui….  Leggi tutto “Enrique Irazoqui”

Ladislas Maczuski (1837-1898) – viaggio in Italia

Paul Mrphy, precursore del gioco alla cieca
Paul Mrphy, precursore del gioco alla cieca

Si specializzò nel gioco alla cieca, arrivando a giocare in simultanea fino a dieci partite. Le sue esibizioni erano a pagamento, sia per chi giocava sia per gli spettatori.

Nel 1875 e il 1876 Maczuski fece due viaggi in Italia per dare esibizioni in simultanea di gioco alla cieca. Se ne trovano notizie nelle relative annate de La Nuova Rivista degli scacchi. In tutte le occasioni, salvo una, giocò contemporaneamente 4 partite e tutti i quotidiani dell’epoca – almeno quelli locali – diedero ampio risalto alle esibizioni. Nel viaggio del 1876 una sua esibizione destò grande meraviglia… Leggi tutto “Ladislas Maczuski (1837-1898) – viaggio in Italia”