Una partita a scacchi allunga la vita

yusufAbū l-Hajjāj Yūsuf III al-Nāsir li-Dīn Allāh – o semplicemente Yusuf III – fu il tredicesimo sultano di Granada. Figlio di Yusuf II, alla morte del padre nel 1392, a soli sedici anni, fu privato del diritto di primogenitura dal fratello Muhammad VII, che lo imprigionò nella fortezza di Salobreña e nel 1408 lo condannò a morte. Ma si salvò grazie a una partita a scacchi…

Yusuf III fu esautorato dal diritto di succedere al padre Yusuf II nel 1392 dal fratello minore Muhammad VII, che lo fece imprigionare nella fortezza di Salobreña, dove rimase per sedici anni. Così nel 1395 Muhammad divenne sultano di Granada.  Nel 1408 Muhammad ordinò che Yusuf fosse ucciso per assicurare la successione al proprio figlio. Yusuf come ultimo desiderio chiese di poter finire la partita a scacchi che stava giocando con una delle guardie. Mentre giocava Muhammad fu colpito da infarto e morì sul colpo. Yusuf fu così liberato e, come suo diritto, nominato sultano. Rimase sul trono fino alla morte, avvenuta nel 1417, apprezzato come uomo saggio e ben voluto dal suo popolo.