Scacchi spaziali (2° parte)

La prima comparsa degli scacchi sulla Stazione Spaziale si ebbe durante la missione spaziale Expedition 17 (agosto 2008).

Li portò a bordo Greg Chamitoff, astronauta NASA.

La scacchiera era in velcro: ultra leggera per questioni di protocollo, magnetica , in modo che i pezzi non svolazzassero dappertutto, data l’assenza di gravità, e con i pezzi abbastanza grandi da poter esser distinti in video.
Contro Chamitoff giocò il personale dei centri di controllo di Houston e di Mosca, e di quelli in Germania, Giappone e Francia. Tutti si procurarono una scacchiera con la quale seguire le mosse e, all’interno di una stessa partita, si alternarono al gioco contro Chamitoff.

Le mosse sono disponibili anche sul sito della NASA.

Base spaziale – Base terra

Partita di Donna

1. d4 d5 2. Cc3 c6 3. Af4 Cf6 4. Cf3 Cbd7 5. e3 e6 6. Ce5 Da5 7. Ad3 C:e5 8. A:e5 Aa3 9. Dc1 Ab4 10. 0-0 b6 11. a4 Aa6 12. Cb5 0-0 13. A:f6 g:f6 14. c3 c:b5 15. Td1 Tac8 16. a:b5 A:c3 17. T:a5 A:a5 18. Db1 Ab7 19. b4 f5 20. b:a5 b:a5 21. Tc1 a4 22. T:c8 A:c8 23. Db4 Ad7 24. D:a4 Tc8 25. D:a7 Tc1+ 26. Af1 Ac8 27. b6 Rg7 28. b7 A:b7 29. D:b7 Rf6 30. f3 abbandona.