Scacchi, educazione e didattica

1 aprile 2017
Piacenza_Biblioteca Giana Anguissola
Incontro con la star degli scacchi Adolivio Capece, autore dei manuali “Matto per la Regina” e “Imparo gli scacchi”, e con il giornalista Saverio Paffumi, Presidente della cooperativa editoriale Freemedia-sc, coeditore dei due volumi. Sabato 1 aprile, ore 16.30. Sala Incontri, Biblioteca ragazzi Giana Anguissola.

Scacchi, educazione e didattica: gli scacchi nella letteratura, nell’arte e nella storia.
Un nuovo testo base per insegnarli a scuola

«La moderna civiltà dell’informazione, con i suoi schermi cinematografici, televisivi e informatici, sta attirando l’attenzione dei giovani e degli adulti sugli aspetti visivi e sensoriali, allontanandola allo stesso tempo dagli aspetti logici e razionali. Diventa dunque sempre più difficile insegnare e imparare le scienze e la matematica, che richiedono un’attenzione costante e profonda e una concentrazione su idee astratte, a prima vista lontane dalla vita quotidiana. Non credo ci sia niente di meglio e di più divertente, per ovviare all’eccesso di multimedialità e sopperire alla carenza di razionalità, che imparare fin da bambini, e continuare a praticare da adulti, il gioco più bello e articolato che esista: gli scacchi. Grazie ad Adolivio Capece ho potuto conoscere alcuni degli scacchisti più prestigiosi della storia, da Spassky a Karpov, e ho potuto constatare che il loro modo di pensare alla scacchiera è esattamente lo stesso di quello dei matematici nelle dimostrazioni. Spero che questo suo manuale possa far conoscere a molti bambini e ragazzi gli scacchi: gliene saranno grati fin da subito, e continueranno a essergliene grati per sempre. Buona lettura e buon divertimento,dunque, sia con il libro che con la scacchiera!»
Da “Matto per la Regina”, introduzione di Piergiorgio Odifreddi