La mossa del cavallo

mossa-cavallo-copertina“Tuttolibri”, il supplemento de La Stampa, nel numero del 25 febbraio riporta che al quinto posto dei libri più venduti della settimana c’è “La mossa del Cavallo” di Camilleri.
Dice il commento: “E’ quinto un Camilleri del 1999, mafia e affari in Sicilia fine ‘800, dialetto vigatese con innesti liguri, indagine da provetto scacchista”
Il riferimento agli scacchi è fondamentale.
Nascono spontanee due domande: cosa voleva dire l’autore scrivendo che “il protagonista ha fatto la mossa del cavallo”? E cosa capisce il Lettore quando legge che “il protagonista ha fatto la mossa del cavallo”?
Cosa capisce chi non sa giocare a scacchi? Ma anche per chi sa giocare, come va interpretata la metafora “fare la mossa del cavallo”?

(immagine tratta da http://www.lafeltrinelli.it/libri/andrea-camilleri/mossa-cavallo/9788838936050)