VIP scacchisti – 80 anni fa la scomparsa di Majorana

Ettore Majorana giocava a scacchi. In una lettera alla madre (28 febbraio 1933) scrive infatti di essere diventato “abbastanza amico” di Werner Heisenberg “a seguito di molte discussioni scientifiche e ad alcune partite a scacchi”.
Anche i fratelli di Ettore, Salvatore e Luciano, e il padre Fabio Massimo sapevano giocare, come è stato confermato dalla sorella di Ettore sig.a Maria.
In “La scomparsa di Majorana” (1981, Ed. Einaudi) Leonardo Sciascia scrive:
“In quanto agli scacchi, Majorana ne era fin da bambino campione: a 7 anni era diventato un noto scacchista, tanto che la cosa fu riportata nella cronaca di un giornale locale”.
Frase che si trova anche in un libro di EdoardoAmaldi del 1966 e in altri libri su Majorana.
Di questo “giornale locale” non si è però trovata traccia; di sicuro non era “Il Corriere di Catania”.