Che Guevara e gli scacchi

Nato a Rosario in Argentina (14 giugno 1928), Ernesto Che Guevara imparò a giocare a scacchi da bambino; fu suo padre ad insegnargli le mosse. Dai 12 ai 20 anni prese parte a vari tornei locali; nel 1948 si iscrisse a Medicina all’Università di Buenos Aires e non fece più tornei. Smise del tutto con la attività scacchistica durante il periodo rivoluzionario, ma la riprese dal 1960 quando la situazione politica si stabilizzò.

Si hanno le mosse di una sua partita giocata probabilmente nel 1961 con Rogelio Ortega, finalista del campionato nazionale, che giocherà il Memorial Capablanca nel 1963 e che si esibì in simultanea e perse con il Che per una brutta svista.

Rogelio Ortega – Ernesto Che Guevara

Partita di Donna

esibizione in simultanea di R. Ortega, Havana, probabilmente nel 1961

  1. Cf3 d5 2. e3 e6 3. d4 Cf6 4. Ad3 g6 5. 0-0 Ag7 6. b3 0-0 7. Ab2 b6 8. Cbd2 Ca6 9. Aa3 c5 10. Ce5 Dc7 11. Tc1 Cd7 12. f4 Cb4 13. A:b4 c:b4 14. e4 Dc3 15. Cdf3 d:e4 16. A:e4 De3+ 17. Rh1 D:e4 18. Cg5 Dd5 19. c4 b:c3 20. T:c3 Ab7 21. Cgf3 Tac8 22. Td3? Aa6 23. Il Bianco abbandona.

Quando nel 1962 divenne direttore della Banca Nazionale e del Ministero dell’Industria a Cuba Che Guevara cominciò a finanziare eventi scacchistici, riprendendo in particolare la tradizione del Memorial Capablanca.

In occasione del Memorial Capablanca del 1962 giocò in simultanea con Najdorf e in quello del 1963 con Kortschnoj. Per ciascuno di questi campioni c’è un aneddoto che lo riguarda.

Najdorf quando giocava con qualche personaggio importante (per esempio, come gli capitò, Churchill, Kruscev, Peron, ecc) era solito proporre patta dopo una dozzina di mosse e tutti (ovviamente) accettavano. Sembra che il Che sia stato il solo a rifiutare e a voler continuare. “Fui obbligato a batterlo…” dirà poi Najdorf.

 

Miguel Najdorf – Ernesto Che Guevara

Havana, 1962
Spagnola

  1. e4 e5 2. Cf3 Cc6 3. Ab5 a6 4. Aa4 Cf6 5. 0-0 Ae7 6. Te1 b5 7. Ab3 d6 8. c3 0-0 9. h3 h6 10. d4 Te8 11. Cbd2 Af8 12. d5 Ce7 13. c4 b:c4 14. C:c4 c6 15. d:c6 C:c6 16. Ae3 Ae6.

DIAGRAMMA 1

A questo punto Najdorf offrì patta, ma Guevara rifiutò; non sono note le mosse successive.

 

Kortschnoj ha invece raccontato che prima della simultanea Michail Tal gli disse di fare attenzione a Che Guevara perché era piuttosto bravo. Al rientro in hotel, Tal gli chiese come era andata. “Le ho vinte tutte” rispose Kortschnoj. “Anche con Che Guevara?” “Sì: non aveva la più pallida idea di come giocare contro la Catalana…”

 

Per avere invece un’idea dello sviluppo che ebbero gli scacchi in pochi anni, basti pensare che nel 1964 il campionato nazionale vide ai nastri di partenza delle prime qualificazioni ben 10 mila giocatori!

Nel 1965 Che Guevara fu l’artefice della Piatgorsky Cup, il torneo in cui Bobby Fischer giocò per telescrivente dagli Stai Uniti e nel 1966 delle Olimpiadi degli Scacchi (ovvero il mondiale a squadre).

Il Che morì il 9 ottobre 1967. Sulla scia di quanto aveva fatto, gli scacchi mantennero uno straordinario impulso a Cuba. Per onorarne la memoria il 29 aprile 2004 venne organizzata nella piazza che porta il suo nome una gigantesca simultanea che vide impegnati 13 mila appassionati!

 

La partita che segue fu giocata quasi sicuramente nel 1967, pochi mesi prima della morte del Che, quando il campione cecoslovacco Filip giocò il Memorial Capablanca, anche se nei database è riportata come giocata nel 1962

 

Miroslav Filip – Ernesto Che Guevara

Gambetto di Donna rifiutato

Havana, 1967 (1962?)

  1. Cf3 d5 2. c4 c6 3. d4 Cf6 4. Cc3 g6 5. Af4 Ag7 6. e3 Af5 7. Db3 b6 8. Ae2 0-0 9. 0-0 Ce4 10. Tfe1 C:c3 11. b:c3 e6 12. h3 Cd7 13. c:d5 e:d5 14. c4 d:c4 15. A:c4 Cf6 16. Ae5 Ae4 17. Cd2 Ad5 18. A:d5 D:d5 19. D:d5 C:d5 20. A:g7 R:g7 21. Tec1 Tac8 22. Tab1 f5 23. Cf3 c5 24. d:c5 T:c5 25. T:c5 b:c5 26. Tc1 Tc8 Patta.

(DIAGRAMMA 2)

 

Per concludere, due partite tratte dalla rivista scacchistica cubana.

Ecco la prima con il messicano Acevedo, che diverrà campione nazionale.

 

Armando Acevedo – Ernesto Che Guevara
Camagüey, 29 Maggio 1964
Spagnola

  1. e4 e5 2. Cf3 Cc6 3. Ab5 a6 4. A:c6 d:c6 5. 0-0 Ad6 6. d4 e:d4 7. D:d4 f6 8. Cc3 c5 9. De3 Ch6 10. e5 Cg4 11. De4 C:e5 12. C:e5 A:e5 13. Ae3 De7 14. Cd5

DIAGRAMMA 3

14…A:h2+ 15. R:h2 D:e4 16. C:c7+ Rf7 17. C:a8 b6 18. C:b6 Ab7 19. Il Bianco abbandona.

 

Ed ecco la seconda, di cui non si sa né la data né chi fosse l’avversario.

 

Ernesto Che Guevara – J.M. Alonso
Havana
Difesa Siciliana

  1. e4 c5 2. Cc3 d6 3. g3 Cf6 4. Ag2 Cbd7 5. Cge2 e5 6. 0-0 Ae7 7. d3 0-0 8. f4 a6 9. f:e5 d:e5 10. b3 Cb6 11. Ae3 Ae6 12. Dd2 Cg4 13. a4 Cf6 14. Ca2 Dc7 15. c4 Tad8 16. Cac3 Td7 17. Cd5 A:d5 18. e:d5 Cc8 19. Cc3 Cd6 20. Ce4 Cf:e4 21. d:e4 a5 22. Df2 f5 23. Dc2 Ad8 24. e:f5 Tdf7

DIAGRAMMA 4

  1. g4 b6 26. Tf2 h6 27. Ae4 Af6 28. Taf1 De7 29. Tf3 Ag5 30. Dd3 Df6 31. h3 Rh8 32. A:g5 D:g5 33. De3 Df6 34. Rg2 Te8 35. Rg3 Rg8 36. h4 Rf8 37. Rh3 Td8 38. Tg1 De7 39. g5 h:g5 40. T:g5 Re8 41. Ac2 Rd7 42. Tg6 Th8 43. Dg5 Tf6 44. T:g7 Cf7 45. Dg4 Rd6 46. Tg6 Rc7 47. T:f6 D:f6 48. Tg3 Th7 49. h5 Ch8 50. Dg5 Df7 51. Rh4 Rb7

DIAGRAMMA 5

52. f6 T:h5+ 53. D:h5 D:f6+ 54. Dg5 Df2 55. Dg7+ Cf7 56. Dg4 Df6+ 57. Rh3 Df1+ 58. Rh2 e il Nero abbandona.