Franz Kafka

Franz Kafka (3.7.1883-3.6.1924), il noto scrittore, sapeva giocare a scacchi, ma non dimostrò mai grande interesse al gioco né vi si dedicò mai a livello agonistico.

Imparò a giocare da giovane, forse nel periodo dell’università, anche per gli echi dei successi di Akiba Rubinstein, come lui ebreo.

Grazie alle foto d’epoca, è certo che abbia giocato contro il celebre cubano Capablanca che si esibiva in simultanea a Praga nel 1911.

Leggi tutto “Franz Kafka”

Fischerandom con Kasparov!

Dall’11 al 14 settembre a Saint Louis (USA) si giocherà un torneo con la variante “Fischerandom”, montepremi 250.000 dollari, principale protagonista Garry Kasparov; con lui giocheranno Nakamura, So, Giri, Vachier-Lagrave, Aronian, Svidler, Dominguez, Topalov e Shankland.

Verranno disputate partite di gioco rapido (25 minuti a testa) e partite ‘blitz’ (5 minuti a testa).

Per quasi tutti si tratta di un esordio in questa variante del gioco, tranne che per Nakamura che lo scorso febbraio ha giocato un match con Magnus Carlsen, perdendo 14 a 10. Leggi tutto “Fischerandom con Kasparov!”

Bertold Brecht

Il 14 agosto 1956 moriva a Berlino Est Bertolt Brecht; era nato ad Augusta il 10 febbraio 1898. Alcune sue fotografie mentre giocava a scacchi con Walter Benjamin furono pubblicate due anni fa da ‘Sette’, il settimanale del Corriere della Sera, in occasione della rappresentazione dell’Opera da tre soldi al Piccolo Teatro di Milano. Nell’articolo si legge tra l’altro che nel 1937 Brecht affermò che a Benjamin preferiva come avversario negli scacchi Heinrich Blücher “nuovo compagno della sua carissima amica Hannah Arendt”.

14 luglio 2018: centenario nascita Bergman

Ingmar Bergman
Ingmar Bergman

Ingmar Bergman nacque il 14 luglio 1918 a Uppsala in Svezia, figlio del cappellano della corte reale. Regista di successo, è suo il film a soggetto scacchistico più conosciuto dal grande pubblico: “Il Settimo Sigillo”.

In sintesi la trama della storia, ambientata in pieno Medioevo: il cavaliere Antonius Block torna da una crociata e approda su una spiaggia sassosa dove incontra una figura avvolta in un ampio mantello nero, che lo informa di averlo seguito a lungo in attesa dell’incontro finale: è la Morte!. Il cavaliere ne fissa il volto pallido: “Tu giochi a scacchi, vero?” “Sì, risponde la Morte, come lo sai?” “L’ho visto nei dipinti e l’ho letto nelle leggende. Ti sfido e se riuscirò a batterti avrò salva la vita!” La Morte accetta ma lo avverte che perderà sicuramente la partita; il cavaliere non si scompone e le offre la scelta del colore: nero! “Il nero si addice alla Morte” commenta tranquillamente l’avversaria di Block e la partita inizia. Leggi tutto “14 luglio 2018: centenario nascita Bergman”

INTERVISTA A LUCA MORONI Scacchista, Grande Maestro, Campione Italiano Assoluto, Studente liceale.

Come è nata la passione per gli scacchi?

Luca Moroni – Campione italiano di scacchi

È nata per caso. Avevo cinque anni e dopo cena giocavo a carte con i miei e con mio fratello più grande. Una sera, per cambiare il nostro passatempo, mio papà ha preso la scacchiera con l’intento di insegnarmi la dama, ma la mia attenzione è stata catturata da tutti quei pezzi uno diverso dall’altro che si usano a scacchi. E da lì ho cominciato ad appassionarmi. Poi a scuola ho visto un volantino, che parlava di un torneo, e mi sono presentato. L’inizio non è stato dei migliori, ma mi sono divertito tantissimo. Ho così deciso di coltivare questa passione e mi sono iscritto al circolo di Ceriano Laghetto, l’A.S.D. Scacchistica Cerianese. Negli anni, per fare un po’ di attività fisica, ho giocato a tennis per qualche mese e a calcio, che però ho dovuto abbandonare perché c’era la partita nel fine settimana e con gli scacchi non era conciliabile.

Leggi tutto “INTERVISTA A LUCA MORONI Scacchista, Grande Maestro, Campione Italiano Assoluto, Studente liceale.”

VIP scacchisti – 80 anni fa la scomparsa di Majorana

Ettore Majorana giocava a scacchi. In una lettera alla madre (28 febbraio 1933) scrive infatti di essere diventato “abbastanza amico” di Werner Heisenberg “a seguito di molte discussioni scientifiche e ad alcune partite a scacchi”.
Anche i fratelli di Ettore, Salvatore e Luciano, e il padre Fabio Massimo sapevano giocare, come è stato confermato dalla sorella di Ettore sig.a Maria. Leggi tutto “VIP scacchisti – 80 anni fa la scomparsa di Majorana”