Nella annuale sfida a scacchi: Oxford batte Cambridge, terza vittoria consecutiva!

L’annuale sfida a scacchi tra le università di Oxford e Cambridge, uno degli avvenimenti scacchistici più mondani della primavera inglese, è stata giocata sabato 2 marzo ed ha visto il successo di Oxford, il terzo consecutivo con tre partite vinte contro due e tre pareggi.

Con questa vittoria Oxford ha ridotto lo svantaggio nel bilancio generale, che ora è di 59 vittorie per Cambridge contro le 56 di Oxford, con  22 incontri terminati in parità.

Da segnalare questa volta la presenza della ex campionessa del mondo, la cinese Hou Yifan, che studia al Saint Hilda’s College di Oxford e che è stata schierata in prima scacchiera, ma non è andata oltre il pari.

La Hou Yifan è il più forte giocatore ad aver partecipato alla sfida nella sua pur secolare storia.

La sfida a scacchi non ha forse la medesima risonanza di quella di canottaggio, ma vanta comunque una lunga tradizione: è infatti iniziata nel 1873 e da allora non è stata giocata in sole dieci occasioni, bloccata dagli eventi bellici, specie durante le due guerre mondiali.

L’idea di un match di scacchi tra le due antiche università nacque già nel 1853 su proposta di Howard Staunton, ma si concretizzò solo nel 1873 a seguito dei brillanti successi dell’inglese Joseph Blackburne, il quale polarizzò l’attenzione degli appassionati britannici con una fantastica sfida contro Wilhelm Steinitz, considerato in pratica campione del mondo; per di più in quell’anno cadeva il quarantesimo anniversario della sfida di canottaggio tra i due atenei e si volle festeggiarlo ampliando le discipline della competizione.

La proposta di giocare  scacchi fu fatta dagli studenti di Cambridge, che all’inizio prevalsero abbastanza nettamente, come dimostrano le dieci vittorie contro quattro e un pareggio dei primi quindici incontri.

Le squadre erano composte da sei giocatori, che si affrontavano due volte, con partite di andata e ritorno. Ai primi del Novecento i giocatori furono portati a otto, ma per trovare per la prima volta delle giocatrici in squadra bisognerà attendere fino al 1978, anno in cui la sfida venne ufficialmente sponsorizzata dalla Loyds Bank.

Dal 1978, dunque, l’incontro viene disputato su otto scacchiere, sette maschili e una femminile, con una sola partita. Inizialmente le due giocatrici si incontravano tra loro, ma da alcuni anni le ragazze vengono inserite in ordine di forza e quindi sempre più spesso si assiste a due incontri misti.

L’incontro, che dagli Anni Ottanta si disputa stabilmente nella bella sede della Royal Automobile Club (RAC) di Londra, è molto seguito in Inghilterra; di solito tutti i protagonisti sono giocatori di buon livello, a volte  con titolo internazionale, e comunque con un elevato punteggio di merito (il ‘punteggio elo’).

CONFERENZA INTERNAZIONALE in occasione del 2° Torneo Internazionale

La Conferenza Internazionale SCACCHIsticaMENTE è organizzata dall’Università Natalia Ginzburg di Vignola in collaborazione con la società scacchistica CLUB64 di Modena aiutati dall’associazione Mezaluna. Illustri professori parleranno soprattutto degli “Scacchi terapeutici”. Un’occasione in più per far comprendere che il ” Nobil Giuoco ” non è solamente un geniale passatempo. Sulla autorevole rivista ” InForma Salute Italia “di settembre (http://www.informasalute.net/)  un interessante articolo. Leggi tutto “CONFERENZA INTERNAZIONALE in occasione del 2° Torneo Internazionale”

Fischerandom con Kasparov!

Dall’11 al 14 settembre a Saint Louis (USA) si giocherà un torneo con la variante “Fischerandom”, montepremi 250.000 dollari, principale protagonista Garry Kasparov; con lui giocheranno Nakamura, So, Giri, Vachier-Lagrave, Aronian, Svidler, Dominguez, Topalov e Shankland.

Verranno disputate partite di gioco rapido (25 minuti a testa) e partite ‘blitz’ (5 minuti a testa).

Per quasi tutti si tratta di un esordio in questa variante del gioco, tranne che per Nakamura che lo scorso febbraio ha giocato un match con Magnus Carlsen, perdendo 14 a 10. Leggi tutto “Fischerandom con Kasparov!”

Grand Chess Tour 2018

La competizione proposta da Kasparov e sponsorizzata dal miliardario americano Sinquefield giunge quest’anno alla quarta edizione; si caratterizza per il montepremi globale di un milione di dollari.

Prevede gare di gioco veloce e tornei a tempo lungo. Per il gioco veloce si disputano tornei ‘rapid’ (in pratica partite da 25 minuti complessivi a testa) e tornei ‘blitz’ (partite da 5 minuti complessivi a testa) sempre però con la moderna formula dell’incremento di alcuni secondi a mossa. Leggi tutto “Grand Chess Tour 2018”

Federscacchi mondiale: la corsa alla Presidenza

Dal 23 settembre al 6 ottobre prossimi la città di Batumi ospiterà le Olimpiadi degli Scacchi, ovvero il campionato del mondo a squadre (maschile e femminile).

Durante le fasi conclusive della gara, si terrà la Assemblea della FIDE –  la Federazione Internazionale – che quest’anno prevede l’elezione del Presidente. Sono quattro i candidati in corsa per la carica. Leggi tutto “Federscacchi mondiale: la corsa alla Presidenza”

Erba(como):al convegno “una buona mossa”,organizzato all’istituto san vincenzo,è emerso chiaramente il ruolo educativo, didattico e sociale degli scacchi. conclusa con grande successo la finale regionale dei campionati studenteschi giovanili di scacchi ( parte 2).

CONCLUSA CON GRANDE SODDISFAZIONE DI TUTTI LA FINALE REGIONALE

DEI CAMPIONATI STUDENTESCHI GIOVANILI DI SCACCHI.

BORSA DI STUDIO A FRANCESCO CUCCA, IL GIOVANE CAMPIONE AFFETTO DA DISABILITÀ

Entusiasmo, divertimento e passione hanno animato i 780 studenti, provenienti da quasi tutte le province lombarde, che si sono sfidati alle quasi 300 scacchiere predisposte per la Finale Regionale dei Campionati Giovanili Studenteschi di Scacchi anno scolastico 2017-2018 per le Scuole Primarie, Secondarie di Primo e Secondo grado che si sono svolti oggi, 12 aprile, a Erba (Co) presso LarioFiere, con il patrocinio di Regione Lombardia e Comune di Erba.

Leggi tutto “Erba(como):al convegno “una buona mossa”,organizzato all’istituto san vincenzo,è emerso chiaramente il ruolo educativo, didattico e sociale degli scacchi. conclusa con grande successo la finale regionale dei campionati studenteschi giovanili di scacchi ( parte 2).”

Erba(como):al convegno “una buona mossa”,organizzato all’istituto san vincenzo,è emerso chiaramente il ruolo educativo, didattico e sociale degli scacchi. conclusa con grande successo la finale regionale dei campionati studenteschi giovanili di scacchi (parte 1).

AL CONVEGNO “UNA BUONA MOSSA”, ORGANIZZATO A ERBA ALL’ISTITUTO SAN VINCENZO,

È EMERSO CHIARAMENTE IL RUOLO EDUCATIVO, DIDATTICO E SOCIALE DEGLI SCACCHI.

PROPOSTO AL MIUR DI INSERIRLI COME MATERIA CURRICOLARE A SCUOLA

Interesse, curiosità e passione hanno animato “Una buona mossa. Strategie e tattiche degli scacchi per crescere nella vita”, il convegno aperto a tutti svoltosi oggi pomeriggio, mercoledì 11 aprilea Erba (Co) presso la sede dell’Istituto San Vincenzo in via Garibaldi 54, organizzato dall’A.S.D. Gruppo Sportivo Istituto San Vincenzo e A.S.D. Scacchistica Cerianese con il patrocinio di Regione Lombardia e Comune di Erba.

Tra le istituzioni presenti: Samuele Stucchi, Consigliere nazionale della Federazione Scacchistica Italiana, Pietro Barrera, Presidente Comitato Regionale Lombardo, il Sindaco del Comune di Erba, Veronica Airoldi, Mariella Trapletti, Coordinatore regionale per le attività motorie e sportive dell’USR Lombardia, e Laura Peruzzo, referente territoriale per il supporto dell’attività motoria e sportiva dell’USP di Como

Il convegno ha messo sotto i riflettori gli scacchilo sport che, grazie alle sue enormi potenzialità, da gioco di nicchia sta diventando sempre più un passatempo per chiunque e a tutte le età, da personaggi noti come il divulgatore scientifico Piero Angela al compositore di fama mondiale Ennio Morricone, fino ai giovani che lo studiano a scuola e agli anziani che ci giocano per conservare l’agilità della mente.

Coordinato dall’addetto stampa della FSI (Federazione Scacchistica Italiana), Adolivio Capece, il convegno è stato un momento di confronto e riflessione sul ruolo formativo e pedagogico di questa disciplina sportiva. Tra gli ospiti, Patrizio Pintus, psicologo dello sport e docente/formatore CONI, che ha parlato di “Scacchi: tra gioco e agonismo”, Alida Battistella, docente di matematica a Voghera (Pv), che si è soffermata su “Gli effetti benefici degli scacchi, l’educatore e Presidente di A.S.D. Alfiere Bianco di Savigliano (Cn),Alessandro Dominici, che ha presentato “Il Progetto CASTLE: una buona pratica educativa”, Giuseppe Lisimberti, delegato della provincia di Milano del CRL (Comitato Regionale Lombardo), istruttore e Presidente A.S.D. Scuola Scacchi Cormano (Mi), che ha analizzato “Il rapporto scuola – scacchi come è e come potrebbe essere”.

Momento clou è stata la testimonianza di Luca Moroni, il 17enne scacchista, Grande Maestro, Campione Italiano Assoluto e studente al liceo scientifico “Ettore Majorana” di Desio (Mb). Moroni ha raccontato come è nata la sua passione per gli scacchi, come ha iniziato a fare tornei, come questa disciplina l’abbia aiutato a scuola e a crescere, e di quali siano i suoi progetti futuri.

Domani, giovedì 12 aprile dalle ore 9 a LarioFiere, si terrà la Finale Regionale dei Campionati Giovanili Studenteschi di Scacchi anno scolastico 2017-2018 per le Scuole Primarie, Secondarie di Primo e Secondo grado.780 giovani, qualificati dalla fase provinciale e provenienti da quasi tutte le province lombarde, si sfideranno su circa 300 scacchiere e si contenderanno la partecipazione alla finale nazionale a Montesilvano (Pe) dal 10 al 13 maggio.

Tra i qualificati anche tre squadre dell’Istituto San Vincenzo: la squadra femminile composta da Ciccarone Isabella, Menga Valentina, Ballabio Greta e Zagaglia Elisa, la squadra mista da Cazzaniga Enrico, Basilico Davide, Nava Sofia, Vergallo Giorgia, Sun Leen, Casati Davide e la squadra della Primaria da Petrini Alessandro, Castelnuovo Andrea, Rizzi Tommaso, Basilico Alice, Castelletti Gioele e Vergallo Andrea.

Nel pomeriggio LarioFiere ospiterà Francesco Cuccail campione quattordicenne iscritto al Circolo Scacchi Lodi affetto da Smard 1, una patologia neuromuscolare rarissima. A Francesco verrà consegnata una delle quattro borse di studio del valore di mille euro che ogni anno la Federazione Scacchistica Italiana mette a disposizione agiovani campioni affetti da disabilità.

Presenzierà alle premiazioni l’Assessore regionale allo Sport, Martina Cambiaghi.

Fabiano Caruana sfidante mondiale!

Sarà  Fabiano Caruana l’avversario di Magnus Carlsen per il titolo mondiale il prossimo novembre a Londra.

L’italo-americano ha vinto il Torneo dei Candidati, giocato a Berlino, incassando il primo premio di 95.000 euro, precedendo Mamedyarov (Azerbajan) e Karjakin (Russia); quest’ultimo due anni fa era stato lo sfidante di Carlsen ma era stato sconfitto nella sfida per il titolo iridato. Quarto il cinese Ding Liren.

Leggi tutto “Fabiano Caruana sfidante mondiale!”