Arrigo Boito – centenario della morte

Il 10 giugno ricorre il primo centenario della morte di Arrigo Boito. Il celebre poeta e musicista fu anche grande appassionato di scacchi: fu uno dei primi soci della Società Scacchistica Milanese fondata nel 1881 e seguì di persona il forte torneo organizzato a Milano quell’anno.

Boito, nato a Padova nel 1842 e morto a Milano nel 1918, è stato ritenuto tipico rappresentante del Romanticismo italiano. Oltre che di opere musicali, (la più nota il “Nerone”, postuma) fu fecondo autore di poesie per musica e librettista di Verdi (Otello, Falstaff) e di Ponchielli (Gioconda). Leggi tutto “Arrigo Boito – centenario della morte”

La prima partita a scacchi spaziale

Nell’immaginario collettivo, quando si dice ‘scacchi’ si pensa subito alla Russia. In Russia, e poi in Unione Sovietica, gli scacchi ebbero una grandiosa diffusione dopo la rivoluzione d’ottobre del 1917, grazie ad un piano quinquennale proprio relativo al gioco, “sia per avvicinare le masse agli scacchi, sia per portare il livello dei maestri russi agli standard occidentali”.

Non stupisce quindi che anche i primi uomini lanciati nello spazio essendo russi sapessero giocare a scacchi, tanto che il giugno 1970 venne disputata la prima partita ‘spaziale’.

Leggi tutto “La prima partita a scacchi spaziale”

5 maggio: Karl Marx, bicentenario della nascita

Karl Marx
Karl Marx: 5 maggio bicentenario della nascita

Il 5 maggio 2018 ricorrono i 200 anni della nascita di Karl Marx (5.5.1818 – 14.3.1883), l’autore de ‘Il Capitale’.

Marx era molto appassionato di scacchi, ma non sembra fosse particolarmente bravo; inoltre, a detta di tutti, quando perdeva si arrabbiava.

Si sa, per esempio, che la moglie, quando invitavano degli amici a cena, aveva proibito loro di giocare con lui, poiché se avesse perso qualche partita “avrebbe reso a tutti un inferno il resto della serata”.

Leggi tutto “5 maggio: Karl Marx, bicentenario della nascita”

INTERVISTA A LUCA MORONI Scacchista, Grande Maestro, Campione Italiano Assoluto, Studente liceale.

Come è nata la passione per gli scacchi?

Luca Moroni – Campione italiano di scacchi

È nata per caso. Avevo cinque anni e dopo cena giocavo a carte con i miei e con mio fratello più grande. Una sera, per cambiare il nostro passatempo, mio papà ha preso la scacchiera con l’intento di insegnarmi la dama, ma la mia attenzione è stata catturata da tutti quei pezzi uno diverso dall’altro che si usano a scacchi. E da lì ho cominciato ad appassionarmi. Poi a scuola ho visto un volantino, che parlava di un torneo, e mi sono presentato. L’inizio non è stato dei migliori, ma mi sono divertito tantissimo. Ho così deciso di coltivare questa passione e mi sono iscritto al circolo di Ceriano Laghetto, l’A.S.D. Scacchistica Cerianese. Negli anni, per fare un po’ di attività fisica, ho giocato a tennis per qualche mese e a calcio, che però ho dovuto abbandonare perché c’era la partita nel fine settimana e con gli scacchi non era conciliabile.

Leggi tutto “INTERVISTA A LUCA MORONI Scacchista, Grande Maestro, Campione Italiano Assoluto, Studente liceale.”

Erba(como):al convegno “una buona mossa”,organizzato all’istituto san vincenzo,è emerso chiaramente il ruolo educativo, didattico e sociale degli scacchi. conclusa con grande successo la finale regionale dei campionati studenteschi giovanili di scacchi ( parte 2).

CONCLUSA CON GRANDE SODDISFAZIONE DI TUTTI LA FINALE REGIONALE

DEI CAMPIONATI STUDENTESCHI GIOVANILI DI SCACCHI.

BORSA DI STUDIO A FRANCESCO CUCCA, IL GIOVANE CAMPIONE AFFETTO DA DISABILITÀ

Entusiasmo, divertimento e passione hanno animato i 780 studenti, provenienti da quasi tutte le province lombarde, che si sono sfidati alle quasi 300 scacchiere predisposte per la Finale Regionale dei Campionati Giovanili Studenteschi di Scacchi anno scolastico 2017-2018 per le Scuole Primarie, Secondarie di Primo e Secondo grado che si sono svolti oggi, 12 aprile, a Erba (Co) presso LarioFiere, con il patrocinio di Regione Lombardia e Comune di Erba.

Leggi tutto “Erba(como):al convegno “una buona mossa”,organizzato all’istituto san vincenzo,è emerso chiaramente il ruolo educativo, didattico e sociale degli scacchi. conclusa con grande successo la finale regionale dei campionati studenteschi giovanili di scacchi ( parte 2).”

Erba(como):al convegno “una buona mossa”,organizzato all’istituto san vincenzo,è emerso chiaramente il ruolo educativo, didattico e sociale degli scacchi. conclusa con grande successo la finale regionale dei campionati studenteschi giovanili di scacchi (parte 1).

AL CONVEGNO “UNA BUONA MOSSA”, ORGANIZZATO A ERBA ALL’ISTITUTO SAN VINCENZO,

È EMERSO CHIARAMENTE IL RUOLO EDUCATIVO, DIDATTICO E SOCIALE DEGLI SCACCHI.

PROPOSTO AL MIUR DI INSERIRLI COME MATERIA CURRICOLARE A SCUOLA

Interesse, curiosità e passione hanno animato “Una buona mossa. Strategie e tattiche degli scacchi per crescere nella vita”, il convegno aperto a tutti svoltosi oggi pomeriggio, mercoledì 11 aprilea Erba (Co) presso la sede dell’Istituto San Vincenzo in via Garibaldi 54, organizzato dall’A.S.D. Gruppo Sportivo Istituto San Vincenzo e A.S.D. Scacchistica Cerianese con il patrocinio di Regione Lombardia e Comune di Erba.

Tra le istituzioni presenti: Samuele Stucchi, Consigliere nazionale della Federazione Scacchistica Italiana, Pietro Barrera, Presidente Comitato Regionale Lombardo, il Sindaco del Comune di Erba, Veronica Airoldi, Mariella Trapletti, Coordinatore regionale per le attività motorie e sportive dell’USR Lombardia, e Laura Peruzzo, referente territoriale per il supporto dell’attività motoria e sportiva dell’USP di Como

Il convegno ha messo sotto i riflettori gli scacchilo sport che, grazie alle sue enormi potenzialità, da gioco di nicchia sta diventando sempre più un passatempo per chiunque e a tutte le età, da personaggi noti come il divulgatore scientifico Piero Angela al compositore di fama mondiale Ennio Morricone, fino ai giovani che lo studiano a scuola e agli anziani che ci giocano per conservare l’agilità della mente.

Coordinato dall’addetto stampa della FSI (Federazione Scacchistica Italiana), Adolivio Capece, il convegno è stato un momento di confronto e riflessione sul ruolo formativo e pedagogico di questa disciplina sportiva. Tra gli ospiti, Patrizio Pintus, psicologo dello sport e docente/formatore CONI, che ha parlato di “Scacchi: tra gioco e agonismo”, Alida Battistella, docente di matematica a Voghera (Pv), che si è soffermata su “Gli effetti benefici degli scacchi, l’educatore e Presidente di A.S.D. Alfiere Bianco di Savigliano (Cn),Alessandro Dominici, che ha presentato “Il Progetto CASTLE: una buona pratica educativa”, Giuseppe Lisimberti, delegato della provincia di Milano del CRL (Comitato Regionale Lombardo), istruttore e Presidente A.S.D. Scuola Scacchi Cormano (Mi), che ha analizzato “Il rapporto scuola – scacchi come è e come potrebbe essere”.

Momento clou è stata la testimonianza di Luca Moroni, il 17enne scacchista, Grande Maestro, Campione Italiano Assoluto e studente al liceo scientifico “Ettore Majorana” di Desio (Mb). Moroni ha raccontato come è nata la sua passione per gli scacchi, come ha iniziato a fare tornei, come questa disciplina l’abbia aiutato a scuola e a crescere, e di quali siano i suoi progetti futuri.

Domani, giovedì 12 aprile dalle ore 9 a LarioFiere, si terrà la Finale Regionale dei Campionati Giovanili Studenteschi di Scacchi anno scolastico 2017-2018 per le Scuole Primarie, Secondarie di Primo e Secondo grado.780 giovani, qualificati dalla fase provinciale e provenienti da quasi tutte le province lombarde, si sfideranno su circa 300 scacchiere e si contenderanno la partecipazione alla finale nazionale a Montesilvano (Pe) dal 10 al 13 maggio.

Tra i qualificati anche tre squadre dell’Istituto San Vincenzo: la squadra femminile composta da Ciccarone Isabella, Menga Valentina, Ballabio Greta e Zagaglia Elisa, la squadra mista da Cazzaniga Enrico, Basilico Davide, Nava Sofia, Vergallo Giorgia, Sun Leen, Casati Davide e la squadra della Primaria da Petrini Alessandro, Castelnuovo Andrea, Rizzi Tommaso, Basilico Alice, Castelletti Gioele e Vergallo Andrea.

Nel pomeriggio LarioFiere ospiterà Francesco Cuccail campione quattordicenne iscritto al Circolo Scacchi Lodi affetto da Smard 1, una patologia neuromuscolare rarissima. A Francesco verrà consegnata una delle quattro borse di studio del valore di mille euro che ogni anno la Federazione Scacchistica Italiana mette a disposizione agiovani campioni affetti da disabilità.

Presenzierà alle premiazioni l’Assessore regionale allo Sport, Martina Cambiaghi.

Fabiano Caruana sfidante mondiale!

Sarà  Fabiano Caruana l’avversario di Magnus Carlsen per il titolo mondiale il prossimo novembre a Londra.

L’italo-americano ha vinto il Torneo dei Candidati, giocato a Berlino, incassando il primo premio di 95.000 euro, precedendo Mamedyarov (Azerbajan) e Karjakin (Russia); quest’ultimo due anni fa era stato lo sfidante di Carlsen ma era stato sconfitto nella sfida per il titolo iridato. Quarto il cinese Ding Liren.

Leggi tutto “Fabiano Caruana sfidante mondiale!”

VIP scacchisti – 80 anni fa la scomparsa di Majorana

Ettore Majorana giocava a scacchi. In una lettera alla madre (28 febbraio 1933) scrive infatti di essere diventato “abbastanza amico” di Werner Heisenberg “a seguito di molte discussioni scientifiche e ad alcune partite a scacchi”.
Anche i fratelli di Ettore, Salvatore e Luciano, e il padre Fabio Massimo sapevano giocare, come è stato confermato dalla sorella di Ettore sig.a Maria. Leggi tutto “VIP scacchisti – 80 anni fa la scomparsa di Majorana”